Quotidiano on line del III Municipio di Roma
Montesacro/Valli – Espero – Talenti – Tufello – Cinquina – Settebagni – Fidene
C. Giubileo – Colle e Nuovo Salario – Serpentara – Bufalotta – Porta di Roma 

SFOGLIALO ORA

SFOGLIALO ORA

SFOGLIALO ORA

SFOGLIALO ORA

SFOGLIALO ORA

SFOGLIALO ORA

SFOGLIALO ORA

TOUR NEL DEGRADO PARTE TERZA. VALLI / CONCA D’ORO

Il nostro viaggio prosegue fra sprechi, abbandoni e false promesse

Da Piazzale Jonio in cui l’odore del kebab assale le nostre narici, riprendiamo il nostro itinerario e qui ci accoglie un cartello in direzione viale Tirreno “Traffico interdetto e limitato”. Ma limitato a chi? Non si comprende e tutti passano. Viale Tirreno nel suo lato sinistro in direzione Nomentana, è un lungo susseguirsi di negozi e servizi extracomunitari, difficile trovare una ferramenta, una boutique o una profumeria. Poi, eccolo il simbolo dell’abbandono. L’edificio scolastico Parini di Piazza Capri da decenni è un rudere fatiscente, facendo il paio con la materna di via Monte Cardoneto.. Un insulto ai ricordi di chi passando di lì, con un nostalgico sospiro direbbe “Quella era la mia amata elementare”. Prima di arrivare al Ponte delle Valli, ci accoglie nella sua assurda monumentalità la stazione Metro Conca d’Oro. Nata come terminal della B1, la stazione Conca d'Oro si è ridotta ad una piccola fermata di transito, la cui utenza all'entrata in funzione della stazione Jonio, decadde miserevolmente, mentre nè il centro commerciale sotto la stazione sotterraneo e il ponte ciclopedonale sull'Aniene vennero realizzati, contrariamente al progetto iniziale. Peraltro sparì il giardino dagli alberi secolari, furono sepolti i reperti rinvenuti durante gli scavi con le promesse di sostegni economici ai negozi penalizzati dal cantiere e solo da poco è attivo il parcheggio sotterraneo che da nodo di scambio si è trasformato in garage per residenti con tessera Atac.. L’ex minisindaco di Montesacro, Caudo deve porgere le sue scuse ai parenti di Rino Gaetano. Li ha invitati, in odore di sua candidatura alle comunali, per celebrare l’inaugurazione dell’Arena Gaetano prospicente il viadotto delle Vallil : un progetto di area concerti ed eventi per 10000 spettatori dedicata al cantautore scomparso. Un grande bluff,, Non se n’è fatto più nulla. Via Conca d’Oro e tutto il complesso viario delle Valli è un ginepraio che ha isolato la strada anima commerciale del quartiere resa a senso unico. Mentre nel parco delle Valli gli anziani, dopo il rogo della struttura, ormai da anni aspettano al freddo invernale la ricostruzione del loro centro, poco più distante la stazione Val d’Ala, ultima tappa del nostro tour, sta subendo l’ultimo schiaffo come servizio di mobilità cittadina. Inaugurata 15 anni fa con solo otto corse giornaliere è stata prima soppressa e poi da poco riattivata con poche fermate in orari impossibili. Qualche ebanista sta già costruendo la sua bara.

.

Riccardo De Cataldo

IL QUARTIERE è ANCHE TUO

VUOI DIVENTARE GIORNALISTA?

Se desideri collaborare con “La Quarta Online”, inviaci il tuo curriculum, saremmo ben lieti di risponderti quanto prima.